Guanti Rossi in lockdown

La nostra Associazione si occupa di formazione e di cura delle persone situazione di svantaggio, in particolare sul territorio milanese dove l’emergenza sanitaria ha colpito duramente costringendo per più di due mesi le persone al confinamento presso le loro abitazioni. La nostra preoccupazione è andata prima di tutto i bambini, quelli sordi, quelli della scuola materna, quelli forse più disorientati dal cambio delle routine giornaliere. Abbiamo pubblicato sul nostro canale di Youtube e sul nostro sito guantirossi.it la produzione filmata in Lingua dei segni LIS di 8 canzoni dello Zecchino d’oro e 35 filmati della serie “Imparo con la LIS” dove abbiamo tenuto compagnia e abbiamo proposto a distanza attività per bambini sordi e udenti. Abbiamo tradotto in LIS quotidianamente l’intervento del Sindaco di Milano Beppe Sala che è stato pubblicato dal Municipio 8 della città (ad oggi 51 traduzioni), abbiamo tradotto Ghali, Jovanotti, abbiamo ricordato e celebrato con canzoni e filmati le Festività civili e religiose del periodo di lockdown (Pasqua, 25 aprile, 1° maggio…) e le Giornate Mondiali suggerite dall’ONU (17 filmati), abbiamo poi collaborato con riviste importanti quali BLAM e siamo stati ospiti a Lezioni sul sofà. Tutto questo in 76 giorni. Tra i nostri amici Moni Ovadia, Matteo Corradini, Saturnino, Luca Trapanese, Raffaele Imparato, Non ho paura del lupo, Marco Venturini,  Simone Zambelli e tanti altri che abbiamo incrociato da vicino/ lontano.

Siamo passati dalla paura del virus alla consapevolezza, dalla marginalità alla condivisione, dall’isolamento all’inclusione, con l’aiuto di tanti per aiutare tanti, certi che “Comunicare si può, sempre!”